Post in evidenza

BENVENUTI NEL NUOVO SITO DI A.S.C.I. ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA!

Dal primo di aprile 2019 diamo il via al nuovo sito associativo, la versione 3.0! Ricco di molte funzioni che presto saranno attivate, con la possibilità, per le singole regioni, di poter inserire autonomamente le proprie news! A presto saranno fornite le credenziali di accesso a ognuno. Buon lavoro a tutti!

Nel Siracusano, incontro sulle Aquile Randagie

“Non è giusto, e noi non lo accettiamo, che ci venga impedito di vivere insieme, secondo la nostra legge: legge di lealtà, di libertà, di fraternità. Noi continueremo a fare del nostro meglio, per crescere uomini onesti e cittadini preparati e responsabili”

Sono le parole che Kelly, Giulio Cesare Uccellini, pronunziò la sera del 28 aprile 1928 a Milano. Quel giorno stesso, Mussolini aveva dichiarata soppressa l’A.S.C.I. (Associazione Scouts Cattolici Italiani): in tutta Italia le fiamme dei Riparti erano state consegnate ai Vescovi in commuoventi cerimonie. Inizia il periodo denominato Giungla Silente.

In nome della volontà fascista di essere la sola agenzia educativa per i giovani italiani, “qualsiasi forma di organizzazione che si proponga di promuovere […] l’educazione fisica, morale o spirituale dei giovani” fu vietata, secondo il regio decreto legge n. 696 del 9 Aprile 1928.

Sono molti tuttavia gli esempi di capi e ragazzi che proseguirono clandestinamente le proprie attività, restando fedeli alla Promessa e, per ciò, ribelli. Ma l’esempio certamente più fulgido è quello offerto dal Milano 2, cui ben presto si associarono altri scout con il nome di Aquile Randagie.

A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA opera una costante opera di approfondimento storico, consapevole che “ciò che noi fummo un dì voi siete adesso; chi si scorda di noi, scorda se stesso”: solo facendo tesoro degli esempi del passato è possibile qualificare ancor più la proposta scout rivolta a bambini, ragazzi e giovani d’oggi. In tale ottica il gruppo A.S.C.I. Palazzolo A.1 ha organizzato l’incontro “Le Aquile Randagie – Gli scout che si ribellarono al fascismo” sabato 27 Aprile 2019 presso la prestigiosa sede del Municipio di Palazzolo Acreide (Sr)

L’evento, immaginato come esempio pratico delle virtù cavalleresche di San Giorgio, Patrono del Movimento scout, si è configurato come momento di incontro tra le diverse associazioni operanti nel territorio, vedendo la partecipazione di fratelli del CNGEI e dell’AGESCI. Relatore è stato Emanuele Locatelli, membro dell’“Ente e Fondazione Baden” e studioso delle Aquile Randagie, il quale con abili riferimenti storici e ricorrendo alla tecnica espressiva del racconto, è riuscito ad appassionare Lupetti, Esploratori, Rover e gli adulti presenti. Ciò che ne è derivata è stata una esperienza unica, un ritorno alle fonti dello scoutismo italiano alla riscoperta del dono prezioso della libertà.

“Non si nasce liberi; si nasce con la possibilità di essere uomini liberi” diceva don Giovanni Barbareschi: lo Scoutismo – lo si intravedeva negli occhi degli Esploratori, fieri di indossare le stesse uniformi e di vivere le stesse avventure delle Aquile Randagie – è un gioco impegnativo che educa e chiama ad esplorare, a saper discernere, a vedere criticamente ciò che accade intorno.

In calce all’incontro, si è proceduto allo scambio dei doni: il gruppo A.S.C.I. Palazzolo A.1 ha regalato una copia del calendario associativo ed ha ricevuto da Emanuele una copia del libro “L’inverno e il rosaio”, oltre ai complimenti per l’opera di ricerca storica che traspare anche sul blog del gruppo.

UDITE UDITE !!!

UDITE UDITE !!!
Il Riparto Brownsea del Gruppo Scout Casandrino I appartenente all’A.S.C.I. Esploratori e Guide d’Italia, di recente rifondato, ha trascorso la sua prima notte in tenda.
E’ successo tutto durante un’uscita di Riparto con pernottamento della settimana scorsa.
A Grumo Nevano nel giardino del Convento Francescano, le due squadriglie degli Orsi e delle Pantere hanno cominciato ad assaporare lo scouting.
Qui i ragazzi hanno imparato a montare le tende ed hanno acceso e poi animato il fuoco di bivacco durante la notte rischiarata solo dalle deboli fiamme .
Anche i Lupetti del Branco Mowgli non sono stati da meno. Anch’essi hanno vissuto una caccia con pernottamento molto entusiasmante e divertente, in un perfetto clima di “Famiglia felice”
Hanno partecipato con impegno ai numerosi giochi ed attività che Akela ha preparato per loro. Per molti era la prima volta che dormivano fuori casa lontano dalla famiglia. Ma tutti hanno superato la prova che costituisce una tappa fondamentale della loro progressione personale.
Durante la Caccia la Lupetta Aurora Barbato ha conseguito la Prima Stella che la proietterà più avanti sulla sua Pista.

Thinking Day

Il 24-02-2019 in Campania precisamente a Grumo Nevano presso il locale Convento Francescano di Santa Caterina, si è celebrato il Thinking Day edizione 2019. Qui sono convenuti i Gruppi Scout di Casandrino I e Napoli appartenenti all’ A.S.C.I. Esploratori e Guide d’Italia.
Tutte le Branche presenti nei Gruppi, Castorini, lupetti, Esploratori, Guide, Rover, Scolte guidate dai loro Capi , si sono dati un gran da fare per celebrare degnamente la giornata del Ricordo o come alcuni dicono del Pensiero.
Questa festa vuole ricordare il compleanno del Fondatore mondiale dello Scoutismo Robert Baden Powell e di sua moglie Olivia Fondatrice delle Guide e nel contempo essere un momento di condivisione e allegria .
Come da tradizione la ricorrenza è iniziata con l’alzabandiera guidata dal Capo W.B. Avv. Gaetano Siilvestre che ha brevemente spiegato il significato della Festa. A seguire il contingente si è spostato nell’attigua Chiesa per Partecipare alla SS Messa celebrata dall’Assistente ecclesiastico Padre Mimmo Silvestro.
Per tutta la giornata le varie Branche divise tra loro, hanno partecipato alle numerose attività che i Capi unità hanno preparato per loro.
Si ringraziano per il loro impegno profuso generosamente gli Akela Antonio Solli e Chiara Solli, i Capi Riparto Carmine Ariete e Roberto Bardet de Villanova, La Capo dei Castorini Doc Valentina Mastantuoni con il suo Aiuto Lorenzo Emiliano Imbò , i Rover Federico Silvestre e Francesco Pollasto, le Scolte Laura Smoraldi, Cinzia Giaccio e Arianna Marazzo .
Si ringraziano sopratutto i ragazzi e le ragazze che con la loro gioia di vivere ci spingono sempre di più a fare del nostro meglio per mettere in campo le nostre energie a servizio dello Scoutismo.