Post in evidenza

BENVENUTI NEL NUOVO SITO DI A.S.C.I. ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA!

Dal primo di aprile 2019 diamo il via al nuovo sito associativo, la versione 3.0! Ricco di molte funzioni che presto saranno attivate, con la possibilità, per le singole regioni, di poter inserire autonomamente le proprie news! A presto saranno fornite le credenziali di accesso a ognuno. Buon lavoro a tutti!

Concluso il I Campo per CapiGruppo ed Assistenti

Con la consegna degli attestati di partecipazione e le foto di rito, tra tanti sorrisi e davanti un bel piatto di pasta generosamente preparato dalla Logistica e dal Clan del Gruppo Civitavecchia 1, si è concluso il Campo per Capi Gruppo ed Assistenti Ecclesiastici di A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA. Una esperienza inedita per la nostra umile Associazione, ma che è stata salutata positivamente già in termini di partecipazione. La presenza di diversi sacerdoti, parroci delle comunità che ci ospitano e A.E. dei nostri gruppi, ha arricchito e stimolato la riflessione guidata dal Presidente Capo Scout, dal Segretario, dal Commissario Generale e dall’Akela d’Italia, che hanno animato le varie sessioni. Da Nord a Sud i Capi Gruppo hanno riportato e confrontato le esperienze particolari, condividendo la necessità di creare una equipe di lavoro chiamata ad elaborare le linee guida in merito alla pastorale proposta e vissuta.

L’incontro, iniziato con la condivisione del decreto di accoglienza e riconoscimento della presenza di A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA nella Arcidiocesi di Siracusa, recentemente pervenuto e salutato entusiasticamente dai presenti, ha ribadito la necessità di una formazione cristiana continua a cui tutti i Capi siamo chiamati, proseguendo nell’opera di intima connessione con le parrocchie e la vita della Chiesa, ma ha anche affrontato tematiche quali l’accoglienza di ragazzi di altre fedi e il valore della testimonianza del nostro essere cristiani, le modalità di comunione con le realtà ecclesiali presenti in parrocchia, il senso cristiano del servizio. Una pietra miliare, dunque, che sarà raccolta in un dossier e che a sua volta costituirà un documento essenziale per qualificare sempre più la proposta educativa di cui si fa vettrice l’Associazione. Centrale è stata la Celebrazione Eucaristica officiata, nella giornata di sabato, da ben quattro sacerdoti, e che ha costituito il senso e la sintesi nell’incontro: la Parola di Dio, infatti, si è rivelata essere, come sempre, perfettamente calzante con quanto si è discusso.

Al termine del Campo è stato comunicato il nome dell’Assistente Centrale: è il sorridente don Giovanni, che assume contestualmente l’ufficio di A.E. della Branca Lupetti, al quale è stato comunicato il nome di padre Emilio come A.E. della Branca Esploratori.

Formata la Pattuglia Nazionale di Branca Esploratori

La Branca Esploratori è posta sotto la direzione e la responsabilità di un Commissario Nazionale, a sua volta coordinato da un Commissario Generale alle Branche Maschili. Il Commissario ha il compito di organizzare la Pattuglia Nazionale di Branca atta a studiare la metodologia di branca, formulare sussidi, concepire e realizzare i Campi Scuola di Branca, come disposto dall’art. 54 dello Statuto Associativo. Il Commissario Nazionale presiede la propria Pattuglia Nazionale.

(N.D. Esploratori, art. 18)

L’esortazione, oltre che dalle Norme Direttive, era giunta anche dal Presidente Capo Scout Gennaro Limatola che, in occasione della prima riunione del Commissariato Nazionale alle Branche tenutosi a Casteldelci lo scorso Giugno, aveva chiesto di far pervenire al successivo incontro i nominativi dei componenti delle varie Pattuglie: “è necessario camminare insieme sulla via del confronto, del rispetto reciproco, dotando la nostra piccola ma feconda Associazione degli strumenti indispensabili per vivere sempre più uno scoutismo significativo”.

Su queste linee guida, dopo aver ricevuto le consegne dal precedente Commissario di Branca Esploratori, ci si è messi all’opera per presentare una Pattuglia coesa, metodologicamente e spiritualmente ferrata. E ce l’abbiamo fatta!

Il Commissariato Centrale, riunito in sessione ordinaria a Merano (Bz) il 14 dicembre 2019, ha approvato la Pattuglia Nazionale di Branca Esploratori (P.N.B.E.) composta dai seguenti capi:

  • Pierpaolo Amodio (gruppo Palazzolo A.1), Commissario Nazionale;
  • Marco Sampino (gruppo Roma 3), membro della Pattuglia;
  • padre Emilio Messina O.F.M. Capp. (gruppo Palazzolo A.1), Assistente Ecclesiastico di Branca.

È stato, contestualmente, espresso parere favorevole dal Commissariato Nazionale alle Branche in merito al progetto triennale presentato dalla P.N.B.E., che è già stato condiviso con la Commissaria Nazionale di Branca Guide, almeno per ciò che concerne le attività in comune.

A tutti giunga il fraterno augurio di buon lavoro, a servizio di tutti gli Esploratori di A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA!

Campo per Capi Gruppo e Assistenti Ecclesiastici

“Essere, oggi, Cattolici e Scout”. È questo il tema dell’incontro destinato ai Capi Gruppo e agli Assistenti Ecclesiastici di A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA che si vivrà a Roma dal 7 al 9 Febbraio presso la “Casa Emmaus” retta dalle suore Figlie della Chiesa.

In una società sempre più secolarizzata, in cui la fede trova al contrario sempre meno spazio ed è per lo più ricondotta ad una dimensione strettamente personale, l’Associazione desidera ribadire con forza la propria vocazione evangelizzatrice, riflettendo altresì sul modo di trasmettere la bellezza dell’incontro con Gesù Risorto ai giovani. Una occasione, dunque, che più di qualsiasi altra sinora vissuta sarà fondamentale per radicarsi nella fede, progredire nella formazione personale di Capi ed assicurare la credibilità della proposta di cui ogni Gruppo si fa vettore nel proprio territorio.

Durante l’evento, oltre ai doverosi richiami ai grandi Capi e Assistenti Ecclesiastici dello Scoutismo e del Guidismo Cattolico Italiano, alla loro rilettura ed attualizzazione, vi sarà spazio anche per confrontare le esperienze delle singole realtà, in modo da affrontare le problematiche concrete che i Gruppi vivono giorno per giorno e valorizzare esempi virtuosi, elaborando anche un sussidio.

Centrale sarà la riflessione sulla figura unica ed insostituibile dell’Assistente Ecclesiastico, centrale in ogni Gruppo di A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA: un sacerdote con uno zaino sulle spalle, pronto a tutto per il bene dei giovani affidati, modello di virtù, di sacrificio, ministro ordinato che rende presente Gesù durante la Celebrazione Eucaristica.

Luce della Pace da Betlemme

Sabato 21 e domenica 22 dicembre l’Italia intera sarà attraversata, via treno ma anche in macchina e a piedi, da alcuni tedofori con una fiammella molto importante. Taluni avranno indosso l’uniforme scout, altri no. Non importa. Tutti saranno accomunati dal desiderio di accogliere e distribuire nel modo più capillare possibile la Luce della Pace da Betlemme.

Basilica della Natività, a Betlemme

È un piccolo miracolo quello che accade ogni Dicembre, oramai da ventiquattro anni: una tenue fiammella, accesa a quella che arde a Betlemme, sul luogo dove nacque Gesù, giunge al cuore dell’Europa e da lì si moltiplica, passando di lume in lume, in una staffetta di fede, di servizio, di comunità. Prendersi cura della Luce della Pace, la cui distribuzione è segno concreto di concordia e di cooperazione tra gli uomini, assume un significato che travalica il solo aspetto religioso e che diventa simbolo di una speranza alimentata dall’impegno concreto di ciascuno.

“Cerca la pace e perseguila” è il motto scelto per questa XXIV distribuzione che per provvidenziale coincidenza ben si connette alla stupenda esperienza vissuta in estate da A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA con il Campo e Route Nazionali “La Buona Traccia”: un valore aggiunto, dunque, per i tanti gruppi della nostra Associazione che come ogni anno saranno presenti alle stazioni ferroviarie e che si prodigheranno perché la Luce giunga a quante più persone possibile.

A tutti un augurio di Buona Caccia: che la Luce della Pace da Betlemme sia occasione di incontro con altri fratelli scout, di servizio concreto e generoso, di impegno a perseguire la “buona traccia” della pace.

ASSEMBLEA NAZIONALE 2019

Lo scorso 4-5-6 Ottobre, presso il centro Emmaus a Roma, si è svolta l’annuale Assemblea Nazionale di A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA: il consueto appuntamento non rappresenta solo un adempimento statutario per garantire la partecipazione democratica alla vita dell’Associazione, ma costituisce anche l’occasione per incontrare, confrontarsi, concordare appuntamenti e possibilità di gemellaggi tra i Capi provenienti da ogni parte dello Stivale. E notevole, come sempre, è stato il numerico dei presenti, segno della volontà di camminare insieme lungo un cammino comune: accolti e coccolati dal gruppo Civitavecchia 1, che ha egregiamente fatto gli onori di casa, riuscendo persino a stupire il palato dei convenuti, i Capi hanno lavorato ai vari documenti nelle giornate di sabato e domenica, ricevendo dal Commissariato Centrale i prossimi appuntamenti associativi. In modo particolare, sono state ufficialmente rese note le Norme Direttive Generali, la struttura del nuovo sito associativo, le date dei prossimi Campi di Formazione Capi e l’inedita proposta di un Campo dedicato ai Capi Gruppo e agli Assistenti Ecclesiastici, che vedrà l’Associazione nuovamente impegnata al Centro Emmaus il prossimo Febbraio. Ma non solo: sono state definite le nuove strategie di comunicazione che A.S.C.I.- ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA intende perseguire per far conoscere la propria proposta educativa all’esterno, istituendo ufficialmente una Pattuglia coordinata da un Commissario all’immagine associativa, già operativa durante lo scorso Campo Nazionale “La Buona Traccia”.

Le giornate sono state scandite anche dalla preghiera, dalla Celebrazione Eucaristica, dalla riflessione offerta dal Presidente Capo Scout e dal Commissario Generale alle Branche maschili, che hanno sottolineato la necessità di riappropriarsi di una adesione personale e non formale dall’Ideale scout. Dalla condivisione di esperienze e di progetti, inoltre, è sorta la possibilità di offrire un campo “Ferri del Mestiere” interregionale destinato a Rover, Scolte e adulti di provenienza extra-associativa che volessero iniziare un cammino di Formazione Capi.

Dopo la proclamazione degli eletti alle cariche di Segretario Nazionale e Tesoriere Nazionale, si è anche proceduto a decidere la località che ospiterà la prossima Assemblea tra le quattro proposte giunte dai gruppi di Iseo, Merano, Palazzolo Acreide e Reggio Calabria, risultata infine la più efficace.

Nell’augurare Buona Strada e un proficuo e fedele servizio agli eletti e a tutti gli organi associativi, attendiamo l’appuntamento del prossimo anno al “Parco della Mondialità” di Reggio Calabria!

Inizia un nuovo anno scout

“Sul colle scorre in ruscello ancor,
nel bosco canta il cucù:
è sorto il sole, esplorator,
non indugiare più”

Carissimi Esploratori, carissimi Capi Riparto, sono trascorsi due mesi dal Campo Nazionale “La Buona Traccia”, occasione che ha visto convergere a Casteldelci i Riparti di A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA: è stata una vera festa rivederci, raccontare le nostre realtà particolari, giocare insieme, fermarci a pregare al chiarore della luna e ivi rinnovare la nostra Promessa scout; è stata l’occasione per approfondire la testimonianza lasciataci dalle Aquile Randagie, di cui molti di voi sono certo abbiano visto il film uscito proprio in questi giorni. Abbiamo imparato, come sempre a modo nostro, l’importanza di scoprire gli insegnamenti lasciati da chi ha giocato il “Grande Gioco” prima di noi e, facendo ciò, a saper seguire la buona traccia. Ora, però, è il tempo di viverla giorno per giorno.

Molti hanno già ripreso le attività ed inaugurato il nuovo anno scout, accogliendo i Piedi Teneri e i Lupetti saliti in Riparto, salutando chi ha deciso di seguire la Strada in Clan. È tempo, infatti, di indossare le nostre uniformi e riprendere a camminare verso nuove avventure con le nostre Squadriglie. Non possiamo più indugiare: il sole si fa già alto!

Mi rivolgo a voi, Esploratori, e ai vostri Capi, al termine della Assemblea Nazionale che ha tracciato nuove sfide: siamo chiamati, come A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA, a battere nuove piste, a tracciare nuovi sentieri. E il successo di questo ambizioso progetto dipenderà da come, giorno dopo giorno, i nostri Riparti sapranno individuare e vivere la buona traccia.

All’inizio di questo anno scout, mentre “la prima luce del giorno rischiara le cime dei monti”, giunga a tutti voi il mio fraterno Buona Caccia, augurandovi di vivere avventure sempre più impegnative e divertenti. Maria, la nostra mamma celeste, festeggiata oggi come Madonna del Rosario, accompagni i nostri passi e li orienti a Gesù.

Buona Caccia

Pierpaolo
Commissario nazionale alla branca Esploratori

Campo estivo Lupetti 2019

Durante il mese di Luglio 2019 i Lupetti del Branco “Mowgli” facenti parte del Gruppo Scout Casandrino I appartenente all’A.S.C.I. Esploratori e Guide d’Italia, hanno partecipato alle Vacanze di Branco che quest’anno si sono tenute a S. Lucia di Serino (AV) città natale del medico Santo Giuseppe Moscati. Qui i ragazzi sono stati ospiti dell’Istituto delle Suore Francescane Missionarie, nel verde del loro giardino all’Inglese. I nostri Lupetti hanno svolto tra le numerose attività, anche quelle a tema che quest’anno sono state incentrate sul celebre videogioco di “Kingdom Hearts”. Il Capo Branco – Akela (Antonio Solli) ha avuto un gran da fare per organizzare nei minimi dettagli tutte le scene che un tema così articolato ed impegnativo ha richiesto. Le Lupette del Branco hanno avuto modo così di vestire gli abiti di scena di alcune delle principesse della Disney con costumi che insieme alle coreografie di scena volute da Akela, non avevano nulla da invidiare a quelle che si possono ammirare in un vero teatro. Un’ottima scelta è stata quella di organizzare i ragazzi in piccole squadre chiamate Team che i ragazzi hanno molto apprezzato così come anche il teatro delle ombre cinesi da loro stessi organizzato.
Non sono poi mancati dei momenti spirituali con catechesi appositamente studiate sul tema prescelto.


Durante la loro permanenza alle Vacanze di Branco i Lupetti hanno avuto il tempo per una Caccia uscendo dall’istituto fino a raggiungere le pendici del Monte Terminio dove hanno incontrato una sorgente di acqua minerale posta a 800 mt di altezza nel territorio del Comune di Giffoni Valle Piana (SA) (celebre per il Festival internazionale del Cinema per ragazzi) e dalla quale hanno attinto acqua fresca e cristallina per le loro borracce. Inoltre hanno visitato la Cappella all’aperto dedicata al Medico Santo Giuseppe Moscati .
Anche se le condizioni meteo non sono state delle migliori, piovendo tre giorni su cinque, I ragazzi hanno risposto molto bene alle aspettative e sono tornati a casa per la pausa estiva stanchi ma felici e pronti a ricominciare un nuovo anno Scout a settembre.
Al Campo hanno ricevuto la Prima Stella Benedetta Di Giacomo e Martina Margarita. Mentre Sabrina Di Gennaro e Chiara Pedata hanno conseguito la specialità di Massaia.

Campo estivo 2019

Nel mese di giugno i ragazzi del Riparto del Gruppo Casandrino I appartenenti all’A.S.C.I. Esploratori e Guide d’Italia hanno svolto il loro campo estivo 2019 in San Martino Valle Caudina (AV) in località Fontana Mafariello. Qui i ragazzi con i loro Capi si sono accampati con le tende nel suggestivo bosco di querce e lecci ed hanno realizzato tavoli, cucine e alzabandiera utilizzando pali di castagno tenuti insieme da legature di sole corde. Oltre alle normali attività di campo i ragazzi ogni sera hanno acceso il fuoco intorno al quale si sono raccolti per eseguire scenette e canti scout, concludendo così la giornata.Hanno utilizzato per bere l’acqua della vicina sorgente del Mafariello che è un’acqua oligo minerale certificata che sgorga anche in piena estate a temperatura decisamente fredda.
Al Campo è stata celebrata una SS. Messa nella cosiddetta Cattedrale all’aperto il cui Altare è costituito da una nuda roccia che è posta al centro di una radura circondata da alberi di alto fusto ed è completamente a cielo aperto.
Gli Esploratori e le Guide hanno dovuto dare prova di avere imparato le tecniche dello Scouting mettendo in pratica tutte le astuzie del buon campeggiatore.

Campo Nazionale 2019: si parte!

Pochi giorni e sarà Campo Nazionale!

Era il 28 Settembre 2008 quando, attorno ad un tavolo, nasceva A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA. Un’associazione che già dal nome lasciava intendere il proprio proposito di sognare in grande, gettando davvero il cuore oltre l’ostacolo. È stato un fuoco di paglia? Sono trascorsi quasi undici anni e A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA è qui, con una proposta educativa ben strutturata, con una costante attenzione alle fonti dello Scoutismo e del Guidismo, con una credibilità costruita faticosamente passo passo, sia a livello nazionale che internazionale.

Lupo Grigio firma l’Atto Costitutivo di ASCI – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA

Cosa rimane, undici anni dopo, dello spirito di Lupo Grigio, nostro primo presidente, e dei soci fondatori? Come festeggiare l’importante compleanno, che ci immette nel secondo decennio di una storia che si arricchisce sempre più? Se questa è stata la domanda che è albergata nei cuori del Commissariato Centrale, la risposta è stata univoca: CAMPO NAZIONALE!

Pochi giorni ancora, infatti, e A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA vivrà il suo Campo Nazionale, una occasione di incontro, di conoscenza e di confronto per tutti i nostri Riparti: sfide, gare tecniche, missioni, abilità manuali e competenze, vita all’aria aperta avranno a cornice la mitica Casteldelci, il “paese amico degli scouts”! Dal 3 al 10 Agosto Guide, Esploratori e Capi giungeranno da ogni dove, dalla Sicilia al Trentino, per sperimentare la fraternità scout e ritrovarsi insieme in una occasione assolutamente irripetibile! E non solo loro: in contemporanea, infatti, i Clan ed i Fuochi d’Italia percorreranno le strade del Montefeltro per la prima Route Nazionale, durante la quale saranno chiamati ad interrogarsi sul valore della scelta, della vocazione personale.

Il tema adottato dal Capo Campo, A.L.T. Stefano Mantovan, è “La Buona Traccia – Sul sentiero delle Aquile Randagie”. Qual è il motivo di una simile scelta, soprattutto per un evento chiamato ad aprire la strada al futuro di A.S.C.I. – ESPLORATORI E GUIDE D’ITALIA? La memoria per la nostra Associazione non è un nostalgico rifugiarsi in un passato lontano ed irripetibile, ma costituisce lo sprone a cogliere le nuove sfide educative che la contemporaneità ci pone dinnanzi, facendo tesoro della esperienza dei Capi che ci hanno preceduto: solo in questo modo, poggiandoci all’unico Metodo Scout e Guida, è possibile offrire un servizio educativo che sia il più qualificato e significativo possibile.

Buona Caccia, Esploratori! Buona Caccia, Guide!
Buona Strada, Rover! Buona Strada, Scolte!
San Giorgio, Santa Caterina e San Paolo, nostri patroni, veglino su Campo e Ruote Nazionale, il Signore Gesù vi conceda di saper riconoscere e seguire la “Buona Traccia” nel Sentiero e nella Strada.